Detrazioni fiscali

Approfitta degli incentivi statali del 50%

Con il decreto legge Ecobonus per il 2018, la nuova Legge di Stabilità, il governo mette a disposizione la possibilità di usufruire di una detrazione del 50% sull'installazione o sostituzione di porte, porte blindate, serrature, allarmi e altro, su edifici residenziali. Inoltre, per l’installazione delle porte e per il lavoro di manodopera si può usufruire di un risparmio ulteriore, grazie al fatto che è previsto un regime agevolato sull’Iva, che passa dall'attuale 22% al 10%; è però indispensabile che l’installazione della porta blindata o della nuova serratura sia effettuata dalla medesima azienda che ha venduto la merce.

Porte blindate e detrazioni fiscali

Per la installazione di porte rinforzate o blindate su edifici esistenti si può approfittare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie. Questa detrazione è disponibile per gli interventi che vogliono scongiurare il rischio di intrusioni illecite da parte di terzi, furti, aggressioni, sequestri di persona...

Per le porte blindate esterne si può ottenere la detrazione tanto per una nuova installazione quanto per la sostituzione di una porta blindata esistente. Invece, per porte interne è prevista la detrazione solo per una nuova installazione – ad esempio per la sostituzione di una porta tradizionale già esistente con una porta blindata nuova.

Si può approfittare di questa detrazione fiscale anche per l’apposizione o la sostituzione di serrature, catenacci, lucchetti, spioncini... (in questi casi, non si deve necessariamente sostituire la porta interamente o cambiarne le caratteristiche).

Installazione porte e Iva agevolata

Per l’installazione di porte e per il necessario lavoro di manodopera, si può approfittare di un importante risparmio: la norma prevede un regime agevolato sull’Iva, l'agevolazione porta la percentuale dal 22% al 10%. Per poter accedere a questa ulteriore agevolazione è necessario che l’installazione della porta blindata o della nuova serratura sia svolta dalla stessa azienda che ha venduto il prodotto. Il decreto Ecobonus 2018 si può far valere per tutti gli interventi di ristrutturazione o di nuova creazione che mirano a migliorare la sicurezza della casa o appartamento. La legge prevede incentivi anche per questi lavori:

  • vetri antisfondamento
  • casseforti a muro
  • porte blindate e porte rinforzate
  • apposizione di saracinesche
  • tapparelle metalliche con bloccaggi
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline
  • apposizione o sostituzione di serrature, spioncini, lucchetti, catenacci
  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici...

Vi aiutiamo con agevolazioni e incentivi

Rivolgersi al Centro Serrature di Trieste permette al cliente di poter approfittare dell'applicazione agevolata dell’Iva al 10%, oltre alla detrazione fiscale del 50%. Con la nostra attività, infatti, provvediamo sia alla vendita sia al montaggio.... Contattaci per maggiori infoormazioni.

Preventivi gratuiti, chiari e vantaggiosi

Da sempre garantiamo serietà e professionalità. Vieni a trovarci o contattaci, per avere maggiori informazioni come per conosce nel dettaglio le nostre offerte. Offriamo preventivi accurati e precisi, chiari e vantaggiosi. Lavoriamo su Trieste, Gorizia, Udine...
Torna su